31/12/11

Buoni propositi per l'anno...2055



Ultimamente scrivo poco.
Sono pigro. E non ho tempo. Nè idee.


Ma quando sarò in pensione, tutto cambierà.


28/12/11

Elenco delle 100 specie aliene più dannose del mondo

Letto il titolo del post, pensavate a queste [dal film "Man in black"]?



E invece...





[bè, ce ne sono altre 99...]


23/12/11

The Big G e il mio cellulare



Ultimamente quando accedo ai servizi di Big G, mi viene chiesto il numero di cellulare per migliorare il grado di sicurezza.

Ora, io non glielo dò. Anche perchè, capirete, di cellulari ne ho uno e ci tengo...e poi non è che all'anagrafe mi chiamo Bersn Bersntolini.

Semmai mi segassero l'account, non spaventatevi ;-]


PS. per The Big G: porta pazienza, stai facendo un lavoro strepitoso, a volte ti diamo per scontato ma tutti sti servizi aggratis li apprezziamo decisamente!!

Ps. per chi legge: non so se Peter Griffin ha in mano un cellulare, no ghe vedo, ma dai, un po' di fantasia

Wishlist natalizia

Ancora in tempo utile, ecco la nostra wishlist per chi scoprisse di non riuscire ad andare avanti senza questi postarelli [ ... ] e volesse manifestarci la sua riconoscenza.






Dove pensano gli asini [Breve storia di un trekking diverso: camminare con gli asini sulla catena del Lagorai]












Fauna alpina [Incontri ed emozioni]














I villaggi dai camini spenti [Viaggio nella periferia del Trentino del terzo millennio]












Ora provo a mandarla per e-mail anche a Babbo Natale, vediamo se funziona

21/12/11

Attenti a quel...





Prosegue [grazie a L'Adige e al Francescotti!] la serie di post educativi


19/12/11

Treviso, lama randagio recuperato da vigili del fuoco


I lama mi stanno simpatici. Solidarietà!

17/12/11

Che spizza

15/12/11

Guarda guarda.........



...ma se han fatto su una pista di atterraggio!!



«Il Bondone aspetta ancora il suo parco»


Ah, ecco....può aspettare un bel po' temo...

L'influenza tedesca sulla sgnapa

11/12/11

Grizzly bear sow with four cubs near Moraine Creek, Katmai National Park, Alaska

Un'altra foto di Bing


05/12/11

Interessante! Info escursionistiche



Quindi, da oggi, sul sito www.3drte.com

02/12/11

La montagna dentro

La montagna dentro


Salire e ritrovarsi: sul sentiero con Erri De Luca

Area tematica: Montagna, antropologia
Tipologia evento: Conferenza
Destinatari: Tutti/scuole generico
Sede: Chiesa di San Lorenzo - Tempio Civico, Via A. Pozzo 2, 38122 TRENTO

Descrizione:

È di grande slancio l’affermazione di Tiziano Terzani: “Il solo modo per riscoprire la magia del viaggio è smettere di fare i turisti-consumatori e tornare a essere pellegrini”. L’incontro con Erri De Luca, esploratore dell’animo umano e al contempo dei luoghi montani, ci aiuterà a percorrere nuovi possibili sentieri del dialogo interculturale e interreligioso.
I luoghi montani, e in essi gli incontri, acquistano una grammatica emozionale e sentimentale inedita, spesso più dolorosa, più scomoda, ma per lo stesso motivo anche più vera. La montagna dona e si dona al viaggiatore come un punto di vista differente sul mondo e sulle relazioni con le quali bisognerà coniugare la propria dimensione personale. Il risultato di questo intreccio sarà il rafforzamento di due valori imprescindibili e non sempre scontati: l’uomo e l’ambiente


Periodo di effettuazione:

15/12/2011 - 15/12/2011

30/11/11

McKenzie River

Una foto di Bing


26/11/11

Par condicio

23/11/11

Lo stravagante mondo di Greenberg

Un film di Noah Baumbach. Con Ben Stiller, Greta Gerwig, Rhys Ifans, Jennifer Jason Leigh, Brie Larson.
Titolo originale Greenberg. Commedia, Ratings: Kids+16, durata 107 min. - USA 2010

[info e locandina da mymovies]




Già ne vedo pochi, film: per pigrizia, per scarso tempo e priorità differenti, per il loro costo [sia inteso come cinema, che dvd...].

Se poi mi capita una cosa così, mi passa del tutto la voglia.

Film inconcludente. Si merità un [nuovo] feedback "non mi piace"



ps. come sempre, se leggete le recensioni, c'è chi è d'accordo con me e chi dice che 'sto film è un capolavoro...mah :-]


20/11/11

Una ristrutturazione bella e una brutta

[secondo me]




Bella: rifugio Giovanni Tonini





Brutta: malga Stramaiolo





Dite la vostra se vi va...



14/11/11

The Bastard Sons of Dioniso - Rumore nero









Non so, il riff di chitarre mi ricorda qualcosa...come se ce l'avessi sulla punta delle lingua, se mi viene in mente vi dirò


ps. grandi Zock Gruppe



11/11/11

11.11.11



Son appena stato su Facebook e tutti i miei (cosiddetti) amici parlano di questo 11.11.11

Chi dice che porta bene, chi sfiga.

Boh, a me sembra che alla fine è un giorno come un altro...però domani è sabato e ci sarà il sole; ecco, quello è un gran giorno

10/11/11

Yoghizziamoci


Buffa :-]

07/11/11

Aisenponeri

03/11/11

I canederli e....


Scusate, ma ultimamente siamo sul pigrotto [e il tempo è tiranno]

28/10/11

Strucade e australiani

25/10/11

Malanni

Porca merda! L'altro giorno ho fatto un giro bello lungo in val di Funes; da mattina a sera, da luce a luce praticamente…ho tirato fuori dallo zaino il cellulare solo una volta, per controllare l'ora e....mi è caduto su una cacca!

Che schifo :-]

20/10/11

Posso assicurarvi che è uno schiumone...


Sembra come quella volta che a Lentiggini è caduto il bagnoschiuma nella vasca idromassaggio, coi getti accesi [eravamo in albergo eh! unico idromassaggio della nostra vita]

Censimento 2011





Ma se uno abita appena fuori la val dei Mocheni, può dichiararsi mocheno?
Ma se uno abita in valle, e non si dichiara mocheno?

E se sul sondaggio uno risponde a quasi tutte le domande, ma non a tutte? Se ne accorgono? Ti mandano i rilevatori a casa?
Detto così sembra chissà cosa ;]

Leggo sul giornale che i "colleghi" cimbri propongono di dichiararsi tali anche ai vicini di casa folgaretani [o almeno, io l'ho capita così]


Non ricordo come avevo fatto dieci anni fa...


17/10/11

Quando ci si sente "engremenidi"

13/10/11

Parte domani la triennale del legno







DISTRIBUZIONE DELLA MOSTRA

a) Al piano superiore di Trento Fiere: esposizione delle produzioni delle imprese artigiane trentine;
b) al piano inferiore: mostra delle culle, mostra giapponese, mostra dei progetti del legno nelle costruzioni, stand istituzionali e stand delle scuole trentine;
c) nel piazzale: case in legno e macchinari per il taglio del bosco.

Inoltre:

d) da Piazza Fiera fino a Trento Fiere, passando per via Torrione, via Borsieri e via Bomporto, si snoderà un percorso didattico sul bosco e le essenze lignee trentine;
e) a Palazzo Roccabruna, la mostra “Troni e sgabelli. Sedie trentine del Novecento” a cura della Camera di Commercio.


- Luogo Trento - Trento Fiere, via Bomporto
- Periodo di svolgimento 14, 15, 16 e 21, 22, 23 ottobre 2011
- Orario apertura al pubblico 10 - 22 | Ingresso gratuito
- Apertura mostra venerdì 14 ottobre | ore 17.00
- Inaugurazione ufficiale della Triennale venerdì 14 ottobre | ore 18.00
- Inaugurazione Sezione Giappone sabato 15 ottobre | ore 11.00





  • Cerimonia del te' - il Cha no yu
  • Laboratorio arte dell'origami
  • Laboratorio arte Shodō - arte della calligrafia giapponese
  • Dimostrazione giardino zen


    11/10/11

    Smacafam


    06/10/11

    117° Congresso SAT

    "Viaggiare per sentieri è riappropriarsi del tempo e dello spazio"

    "Dove passa un sentiero e quel sentiero viene frequentato, il territorio è soggetto ad un monitoraggio continuo"




    Alcuni argomenti emersi nel 11° congresso SAT [Val Concei]



    Quasi mille sentieri per un totale di migliaia di km di percorso a cui assicurare - su base volontaria - costante cura e manutenzione.


    1. No alle bici sui sentieri [come già espresso nel convegno della primavera 2010]

    Il Comune di Pozza di Fassa ha “sfrattato” la SAT da un sentiero, gestito da sempre, perché sarebbe stato trasformato in pista da downhill. Domenica scorsa sullo stesso sentiero è stata organizzata una manifestazione motoristica


    2. No alla proliferazione di segnaletiche ad hoc: per le ciaspole, per le mtb, per le ippovie, per... Anzi, cercare di unificare questi segnali.




    Il tema è caldo [vedi anche il post sulla quasi-bici "BackC6"]: sto con la SAT al 100%. Purtroppo le nuove mode - quelle che attirano i turisti, e che quindi attirano i soldini - vanno spesso in contrasto con la vecchia concezione della montagna, a piedi e sudare fino alla cima.
    Ora la gente vuole il rifugio che ti dà qualcosa di speciale. Vuole variare, praticare sport o pseudosport alternativi, e vuole fare poca fatica. Vuole godere la montagna senza prima conoscerla e temerla, senza dover essere allenati per starci sopra.

    E quindi.

    Downhill [salendo in funivia, mica in bici].
    Ciaspole, che ormai le hanno tutti e tutti vanno dappertutto, e non stimano i rischi invernali.
    Equitazione, a me sta simpatica, ma so che alcuni dicevano che i cavalli rovinano i sentieri...
    MTB.
    Caccia fotografica.
    Raccolta funghi.
    Raccolta piccoli frutti.
    Scialpinismo. Sci vari.


    E poi.

    Motocross, quad, e altre robacce a motore.
    Caccia.
    Wargames.
    Motoslitte.


    Capita quindi che nascano segnaletiche dedicate a sentieri tematici; così come segnaletiche specifiche, volute dall’Amministrazione locale, totalmente diverse rispetto alla classica linea grafica SAT.

    03/10/11

    BackC6



    "Non m'importa di come parlino di me, basta che ne parlino"
    George Micheal Cohan


    Nella recente edizione estiva del Bersntol Ring è stata presentata una bici "BackC6", che nelle intenzioni dell'ideatore – e nella campagna di marketing – va a funzionare così: te la porti in spalla fino in cima ad una montagna [pesa 4 kg]; la inforchi per la discesa e appunto scendi in velocità.

    Ecco, personalmente non la comprerei: se voglio andare in giro in bici, prendo la mountain bike, che almeno - giocando coi rapporti e facendo una fatica boia, certo – mi porta su, oltre che giù. Che così, in spalla, podo portarme el prosack, meter zò do paneti, na ventina, el binocol.


    In Val dei Mocheni, l'innovativa bici era stata presentata dall’assessore al Turismo; ricordo [fumosamente] che una legge provinciale regola la percorribilità dei sentieri forestali da parte delle biciclette…ho cercato qua e là e ho trovato questo:


    1. Sui tracciati alpini e sugli altri sentieri di montagna è vietata la circolazione con l'ausilio di mezzi meccanici nei casi stabiliti dalla Giunta provinciale in considerazione della rilevanza del danno ambientale causato al territorio dalla predetta circolazione. Per limitarne l'impatto ambientale, la segnaletica di divieto è esposta dove i comuni o il soggetto responsabile della manutenzione del tracciato alpino rilevino accessi non autorizzati. I comuni possono disporre deroghe al divieto di circolazione nei casi e secondo le modalità stabilite dalla Giunta provinciale.

    E, più capibile:

    www.mtb-forum.it

    www.lifeintravel.it


    Quindi, mi par di capire, nella gran parte dei sentieri, in bici non ci si può teoricamente nemmeno andare...




    [foto di BackC6 presa da Vita trentina]

    30/09/11

    ...l'è na beca


    27/09/11

    No al comma 29



    No al comma 29

    25/09/11

    Francesco Carofiglio - L' estate del cane nero

    Un primo approccio faticoso - la scrittura è filante ma un po' troppo "aulica", come dire, ampollosa - ha poi lasciato il passo ad una lettura più convinta ed appagata.

    L'autore racconta un'estate adolescente passata tra mare e campagne, nella masseria dei nonni.

    Un'estate che, con le avventure che porta sempre con sè, è più che una stagione: è un rito di passaggio verso l'età adulta. E nessuno di noi, poi, è più stato quello di prima.


    Libro gradevole, se guardate al messaggio e non ai troppi virtuosismi [buone comunque, secondo me, alcune invenzioni letterarie: nuvoledirigibili; Dio che da un momento all'altro potrebbe arrivare in bicicletta; la foresta, nera]

    20/09/11

    Banche





    Le banche ti chiedono fiducia


    ma legano le penne ad una catenella








    17/09/11

    Abbraccio?

    12/09/11

    L'è furbo come 'l brò de gnochi




    Quanto amo questa rubrica
    (su L'Adige)

    11/09/11

    11/9




    Niente post scemi oggi.



    Per non dimenticare.



    08/09/11

    Vegetarianesimo?



    Curiosando qua e là per il post di ieri, sono capitato su questa vignetta, mi sembra carina :-]




    [Psssst. Per leggervela tutta, dovete attivare il link cliccando sull'immagine]

    07/09/11

    Wishlist - "Se niente importa"


    Un post "wishlist" non lo facevo da qualche tempo. Sarà che c'è la crisi, c'è la manovrona [senza supertassa di solidarietà: calciatoroni dormite pure sonni tranquilli] e, insomma, oltre a cercare di risparmiare sui costi si sparagna anche sui sogni.

    Triste, ma è così.




    Da anni sto valutando blandamente se veganizzarmi * o vegetarianizzarmi, ma poi come si fa senza luganega? Quindi compromesso: cerco di mangiare meno carne e meno spesso, avrò sulla coscienza un maialino ma non tre o quattro. Magra consolazione.

    A prescindere da tutte queste considerazioni, ognuno è libero di mangiare quello che vuole [esclusi, s'intende, quei cannibali di cui si sente ogni tanto al tigì]. E' difficile essere coerenti, io per primo.



    In wishlist metto il libro "Se niente importa" di Safran Foer.

    Non ho ben capito se è un romanzo mascherato da docu-inchiesta o se è una docu-inchiesta mascherata da romanzo. Insomma, se è ‘na palla da leggere o no. Però vorrei darci un’occhiata.








    * Niente pesce, ciccia, uova, formaggi? Mangiare solo verdure? Ma poi, i caporali in Puglia fanno tirar su pomodori agli immigrati per 2 euro l'ora. Un po' di orto ci arrangiamo a farlo, peccato che in estate c’è il boom mentre da ottobre a giugno il clima locale non aiuti.




    03/09/11

    Fra una settimana: trekking con l'autore - Mauro Corona





    01/09/11

    Il degrado ...



    (sempre da l'Adige)

    31/08/11

    Google car...


    30/08/11

    La terra dei cachi



    La situazione politica economica e sociale,
    mi fa per un attimo accantonare i post montanari.



    29/08/11

    L'ex sentiero per il Potzmauer





    Foto di com'era prima non ne ho, ma era un bel sentierino...

    25/08/11

    Max Gazzè @ Potzmauer per i Suoni delle Dolomiti

    video

    24/08/11

    Sete

    23/08/11

    Google mappa la deforestazione



    Il progetto Street View sbarca in Amazzonia. Iniziando dalle sponde del Rio delle Amazzoni

    Roma - Google non vuole confini per il suo Street View: dopo essere arrivato nella remota landa antartica, fotograferà anche le vie dell'Amazzonia.

    Seguirà sia il Rio delle Amazzoni sia il Rio Negro, addentrandosi nella selvaggia Amazzonia e percorrendo le vie dei piccoli villaggi. Il tutto partirà dalla città di Tumbira.

    Il servizio di mappatura fotografica di BigG collaborerà con i locali che saranno addestrati ad utilizzare i macchinari che gli verranno messi a disposizione e montati su bicicletta, tricicli e barche. Il tutto verrà coordinato insieme alla fondazione "Fundação Amazonas Sustentável" (FAS).

    [tratta da puntoinformatico.it]





    [esempio poco calzante, ma vi dia l'idea della qualità delle immaggggini]

    22/08/11

    Orso biondo



    Non è il "nostro"...

    ...Kermode Bear in Tree, British Columbia by National Geographic


    17/08/11

    Il tormentone dell'estate 2011

    Poteva mancare? Ovviamente no!

    Ma quest'anno lasciamo la scelta al sondaggio della Gazzetta dello sport



    (Bè non ci capiscono una pippina, io voto Shimbalaiè di Maria Gadù!)

    Translagorai in bici [2]

    [segue]


    Qui di seguito la mia idea, con due varianti finali. E' tutt’altro che ragionata, anzi è stesa su due piedi, avrei piacere di confrontarmi con chi legge e ne sa più di me.


    Servono: ottime capacità di orientamento, cartine/gps aggiornati, un'impeccabile pianificazione a tavolino.
    Serve la pazienza di attraversare alcuni sentieri portando la bici a mano, se non si vuol violare la legge; o serve la voglia di violarla, per fare prima :-)
    Serve attenzione estrema, su sentieri sconosciuti e pericolosi, specie quelli fuori dal bosco.
    Serve anche culo.


    Arrivo in auto a Kamaovrunt [sopra Roveda in val dei Mocheni]

    • Partenza in bici verso località Tingherla e poi la Bassa
    • Sella "la Bassa", da qui sentiero largo fino al lago delle Prese/rifugio Serot > Malga Trenca > Suerta
    • da Suerta, con un po’ di pazienza e buona preparazione dell’itinerario > Ponte Salton [si può altrimenti passare da Musiera e poi risalire lungo la strada asfaltata] > Val Campelle
    • Val Campelle > malga Conseria > passo Cinque Croci > Val Cia verso il Vanoi > Malga Coldosè/Colrotondo
    • Malga Fossernica > Ponte Stel > malga Valsorda Alta > sentiero lunghetto che va a forcella Valsorda > forcella Folga e poi scende al lago di Calaita
    • dal lato nord del lago di Calaita, breve tratto di sentiero e poi strade forestali per malga Crel > San Martino > per asfalto al Rolle


    Altrimenti, variante su sentiero e sponda fiemmese:

    • Malga Coldosè/Colrotondo > Forcella Valmaggiore [bivaccoPaolo&Nicola] con bici a mano > malga Valmaggiore > intrico di strade forestali, spesso vicoli ciechi o tronconi collegati da sentieri per cui dover di nuovo spinger la bici a mano > lago Forte Buso > per asfalto al passo Rolle

    15/08/11

    Translagorai in bici

    Ciò che titola il blog: la Translagorai.


    L'itinerario dura tra i 4 e i 7 giorni e attraversa da est a ovest, dalla val dei Mocheni a passo Rolle, la poco antropizzata catena del Lagorai.
    [Forse ne dovrei parlare più spesso, per coerenza col titolo del blog.]


    Molte sono le guide escursionistiche che hanno descritto questo percorso; in rete esistono numerose testimonianze [sia discorsive che fotografiche]; pochi i camminatori che ogni estate vi si cimentano.

    Va anche detto che ognuno si organizza il "proprio" viaggio, con i propri tempi e tappe, con partenze e arrivi non necessariamente uguali a quelli letti sopra.

    Avevo trovato – mi pare su un vecchio giornalino della SAT, ma non ve lo darei per certo – addirittura una descrizione della Translagorai invernale, con gli scialpinismo ai piedi.




    Ed ora vi chiedo: sarebbe possibile effettuare la traversata in mountain bike? Avete mai sentito/letto/visto di un'esperienza di questo tipo?


    La bici allevierebbe il dover portare il peso di uno zaino da 20-30 kg [la scarsità di punti d’appoggio quali rifugi e bivacchi, vincola tutti a portarsi la tenda e del cibo; la poca pubblicità sui punti di approvvigionamento idrico, consiglia a tutti di viaggiare con buone scorte d’acqua: il carico così però aumenta considerevolmente di peso].
    L'andare in bici accorcerebbe i tempi di percorrenza, ridurrebbe il rischio di piaghe e calli...senza contare l'esperienza, decisamente diversa dal camminare per sentieri, pur con un mezzo altrettanto ecologico.



    Parliamone.

    Partiamo però da un presupposto: una Translagorai in mtb non può ricalcare la versione escursionistica.

    Intanto perché su sentieri aerei, esposti, su passaggi rocciosi, in bici non si va [alcuni pazzi lo fanno, ma vabbè]

    E comunque esiste una legge della PAT che vieta, cito un po’ a memoria, di percorrere in bici dei sentieri di montagna a meno che non siano larghi come la lunghezza della bici stessa [quindi, insomma, si può andare sulle strade forestali e su quei sentieri che sono vere e proprie stradine. Sui sentieri classici, no, a meno che non la spingi a mano].
    La stessa legge deroga per tratti di sentieri locali espressamente previsti dalle locali Amministrazioni competenti [i Comuni? credo]...................ma saperlo è spesso impossibile! A meno che non si trovi sul campo una specifica segnaletica, o ne diano pubblicità su qualche sito [in merito devo documentarmi meglio]

    Appena posso, andrò a vedere se i forum di appassionati di mountain bike ne parlano.

    Che sappia io, punti di attraversamento – come passi o valichi – percorsi da una strada sono pochi: la Bassa; il Manghen, passo Cinque Croci...ovviamente si può sempre scendere nel fondovalle, darsi all’asfalto, ma non è quello il senso di questo post.
    Purtroppo il Lagorai non è interamente percorribile in bici: soprattutto ad est c'è un intrico di strade forestali che spesso sono vicoli ciechi o tronconi collegati tra loro da sentieri pedonali.

    [continua]

    12/08/11

    Manovra finanziaria "lacrime&sangue"



    (dal sito dell'Adige)