28/03/11

Un post che non sapevo se pubblicare



Dovete sapere che pochi amici sanno che ho un blog, ma quei pochi, se possono collaborano.

E così, mi arriva una mail dall'amico Fr.:

"Giovedì mi son preso ferie per una ciaspolatina qua vicino (con quel che costa la benza al dì de ancoi). Ti giro qualche foto del percorso Redebus - masi sopra Palù, un cesso col disgelo, se vuoi pubblicale sul blog"


Le foto, ve le pubblico.
Caso vuole che sabato sia salito anch'io per la stessa strada insieme a Lentiggini, e per fortuna c'era un volenteroso che stava raccogliendo le fiaccole e le candelone tonde [guardate le foto e casomai ditemi se c'è un nome-specifico-per].
I bicchieri, i biglietti, la carta, per ora restavano lì dove li vedete in foto [alcune sono mie, altre di Fr.]



Quindi, senza dir niente degli organizzatori [in vari punti si vedevano sacchi delle immondizie; sui biglietti si prega espressamente di mantenere pulito l'ambiente]....punterei il dito verso il binomio montagna&grandi masse di persone: un rapporto spesso traumatico.



Candelone tonde [poi rimosse]


Fiaccole [svariate, poi rimosse]


Bigliettini




Bicchieri [di plastica biodegradabile?] e cartacce



Tappi di birra

3 commenti:

Trentino...wilderness? ha detto...

E perchè mai non pubblicarlo?

Misty ha detto...

che scempio...

francesca/MoscO ha detto...

"punterei il dito verso il binomio montagna&grandi masse di persone: un rapporto spesso traumatico"

Spesso? direi sempre :(

(perche' mai non pubblicarlo?)^2